Otoplastica


Le orecchie ad ansa (dette comunemente a sventola) sono abbastanza diffuse e sono caratterizzate da un'alterazione di posizione e di forma del padiglione auricolare, che può essere ruotato in avanti ed essere privo della normale piega verticale, detta "antelice". Sono dovute a una malformazione della cartilagine che costituisce lo scheletro portante dell'orecchio e si presentano con una grande varietà di forma e gravità, talvolta anche solo monolateralmente. Quando il padiglione auricolare è particolarmente ruotato in avanti e distaccato dal capo può creare, specie in età infantile, gravi complessi che si trascinano per tutta la vita. Capita spesso di osservare soggetti che si lasciano crescere i capelli proprio per non mostrare l'entità di questa anomalia, andando in profonda crisi quando, per ragioni di opportunità lavorativa sono costretti ad accorciare il taglio dei capelli.

L'unico modo per risolvere il problema è sottoporsi ad un intervento chirurgico di otoplastica, che può essere eseguito a qualsiasi età dopo i 7-8 anni, quando cioè il padiglione è già sufficientemente sviluppato. Anzi, di norma, questa è proprio l'età preferita per evitare la tortura delle continue beffe in ambiente scolare.
PRIMA E DOPO